Home » Enciclopedie » Succubus Club » Serpenti della Luce

Serpenti della Luce

Hai fatto bene a rivolgerti a me, figlio mio. Come sai, le mie arti sono al servizio di tutto il branco: è il mio modo di sdebitarmi con voi per avermi accolta e salvata dai miei nemici quando ero poco più di un esule senza patria e senza risorse.
Ti aiuterò quindi, anche se ci sarà un prezzo da pagare per ciò che tu chiedi.
C’è sempre un prezzo, lo sai.
Capisco perfettamente la tua lealtà nei confronti del tuo sangue – umano o vampiro che sia – e il tuo desiderio di preservarlo: nel sangue e nel lignaggio c’è grande potere. Questo, tuttavia, vale anche per il tuo nemico. L’unico modo che hai per prevalere è perciò che io persuada gli spiriti a essere benevoli verso la tua causa.
Non abbiamo molto tempo: la situazione è più grave di quello che immagini. L’ Arcivescovo ha intenzione di Abbracciare la tua sposa domani notte, prima che sorga il sole, nel suo rifugio segreto: se lo farà, ella sarà perduta per sempre, e il vostro legame insieme a lei. Devi agire subito. Per tua fortuna, figlio mio, gli spiriti mi hanno sussurrato dove l’Arcivescovo si nasconde, convinto di essere al sicuro. Corri al grattacielo che ospita gli uffici del sindaco e dei suoi collaboratori: è all’ultimo piano di quell’edificio che troverai il tuo nemico. Non preoccuparti di come entrerai: lascia fare a me. Quando avrai varcato la soglia inizierà la vera sfida: in molti ti sbarreranno la strada, e tu potrai contare solo sui tuoi poteri per superarli. Per qualche motivo, la porta blindata dietro cui si nasconde l’Arcivescovo sarà leggermente aperta – no, non chiedermi come – ma questo è tutto l’aiuto che posso darti. Il resto dipende da te.
Ora rimane solo la questione del pagamento. Gli spiriti non ti permetteranno di giungere al tuo obiettivo se tu non offrirai, tramite me, un adeguato tributo di sangue, e se loro ti saranno nemici io non potrò fare ciò che ho promesso. Serve un sacrificio, dunque, ma non certo un sacrificio qualunque. In città è giunto giusto due settimane fa, ospite del Vescovo, un mercante di opere d’arte: ha su di sé il marchio dei nostri più odiati nemici, i maledetti Seguaci di Set, e la sua esistenza stessa è un affronto agli spiriti. Portami quindi la testa di quell’umano: la taglierai con una lama annerita nel fuoco, per poi avvolgerla in un panno bianco immacolato, che avrai acquistato tu stesso. Né la stoffa né la testa dovranno essere toccate da mani diverse dalle tue. Brucia il resto del corpo davanti al fiume, a mezzanotte esatta, invocando il mio nome per quattro volte. Non mi interessa né come troverai il mercante, né in che modo brucerai il suo cadavere senza essere visto: è così che va fatto e così tu farai. Ogni errore ti costerà infatti molto caro. Quando mi avrai portato la testa, io farò ciò che ho promesso. Tirati indietro ora, e tutti i Vescovi sapranno del tuo tradimento.
Il patto è concluso, sotto la luce della luna e alla presenza degli spiriti.
Lo ucciderai? Non serve che tu risponda. Vedo nei tuoi occhi che hai già deciso di farlo. Non ti fermerò, se è questo che vuoi. Tutto ciò che voglio è che tu mi porti il mio sacrificio, compiendo gli esatti passaggi che ti ho detto.
Tuttavia, bada bene: gli spiriti esigeranno da te un altro sacrificio, probabilmente. Il nemico che affronterai è forte e tu debole. La sua vittoria è scontata, a meno che gli spiriti non decidano di darti la loro benedizione e far cadere la cattiva sorte su di lui. Se decideranno di farlo, sii pronto perciò a dar loro ciò che ti chiederanno. Beh, non che tu abbia molta scelta: se lo prenderanno in ogni caso.
Vai ora. Lasciami alle mie preghiere.
Gli spiriti chiamano.

-Ania Raky, Sacerdote dei Santi del Fiume, la notte precedente al grande rogo di Santa Fe in cui morirono l’Arcivescovo e la sua Infante appena creata.

Soprannome: Cobra
Discipline di Clan: Ascendente, Oscurazione, Serpentis
Debolezza di Clan: Benché gli dei che sostengono di servire siano diversi, i Serpenti della Luce mantengono il medesimo difetto del loro clan originario. I Cobra, proprio come i Setiti, non sopportano alcun tipo di luce forte, in particolare quella del sole. Subiscono due Livelli di Salute aggiuntivi per ogni danno causato dall’esposizione ai raggi del sole. Inoltre sottraggono un dado dalla somma dei dadi se esposti a una fonte di luce particolarmente forte (riflettori o razzi al magnesio, ad esempio).

(160)

Brujah Antitribu
Diablerie
The following two tabs change content below.
avatar
Vivo vicino alla bella Venezia e faccio la scrittrice e sceneggiatrice. Da quando ero molto piccola, ho sempre inventato mondi fantastici, e ora mi sforzo di dar loro forma su carta. Ho studiato prima al liceo classico, poi all'università Ca' Foscari di Venezia (lingue orientali). Ho una grande passione per il Giappone e il mondo dell'intrattenimento in genere, nonché per gli stili di abbigliamento un po' particolari.
avatar

Ultimi post di Cordelia (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Cookies permettono alle Lande Incantate di riconoscerti la prossima volta che tornerai a farci visita. Navigando sulle nostre pagine ci autorizzi a farne uso per rendere la tua esperienza migliore. Maggiori informazioni | Chiudi