Home » News » Prossimamente in Libreria » Il dragone rosso di Britannia. Alfheim di Diletta Nespeca e Giovanni Parentignoti | Disponibile dal 30 giugno

Il dragone rosso di Britannia. Alfheim di Diletta Nespeca e Giovanni Parentignoti | Disponibile dal 30 giugno

Oggi segnaliamo un romanzo scritto a quattro mani ed edito da Curcio: l dragone rosso di Britannia. Alfheim di Diletta Nespeca e Giovanni Parentignoti. È disponibile da oggi nel solo formato cartaceo.

Sinossi:

il drago rosso di Britannia - Lande IncantateInseguendo il mitico cernunnos, Arthun raggiunge Lundain, sul Tamigi. Rassicurato, vede le navi dei romani lasciare Pridein. È il tempo di Tethal e Teithrin, il quale ebbe tre figli: Teithfalt-Emrys, Meurig-Pendragon e Twerig. Ma, al fianco del buon Teithrin, si pone il traditore Vawr-Tigern. Vedono la barbara invasione di juti e sassoni; vedono l’eccidio della Notte dei lunghi coltelli. Seguendo il proprio cervo banco, Arthun conosce il trionfo, il prodigio, la perdizione e la sconfitta. Corroborato da studio e ricerca, Alfheim. “Il dragone rosso di Britannia” è storia, costume, tradizione, filosofia, miti, archeologia e, non meno importante, un’opera dai decisi contenuti educativi. Perché se ignora la propria provenienza, nessuna civiltà potrà mai comprendere la propria direzione.

Trovate il volume su amazon in copertina flessibile a 12,67 €

Titolo: l dragone rosso di Britannia. Alfheim
Autore: Diletta Nespeca e Giovanni Parentignoti
Editore: Dreamspinner Press
Copertina flessibile: 222
ISBN-13: 978-8868681401
Data di uscita: 30 giugno 2016

(95)

Soul Magic di Poppy Dennison | Disponibile dal 5 luglio
Sogni di mostri e divinità - Laini Taylor
The following two tabs change content below.
avatar

Alessandro Zuddas

Alto, bello, forte, intelligente, affascinante, carismatico, sposta gli oggetti con il pensiero, sa volare, parla la lingua comune intergalattica ed è così dannatamente fantasioso che qualche volta confonde cioè che immagina con la realtà… diciamo spesso… anzi no! Praticamente sempre! A pensarci bene non è che sia così tanto alto, affascinante o tutte le altre doti prima esposte, ma a chi importa? Quando si possiede la capacità di creare un mondo perfetto o perfettamente sbagliato oppure ancora così realistico da poterlo sovrapporre alla realtà, perde di senso chi si è veramente e conta solo chi si desidera essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Cookies permettono alle Lande Incantate di riconoscerti la prossima volta che tornerai a farci visita. Navigando sulle nostre pagine ci autorizzi a farne uso per rendere la tua esperienza migliore. Maggiori informazioni | Chiudi