Home » Storie e racconti » L'Antro della Strega » Alleanza Inaspettata parte III

Alleanza Inaspettata parte III

Dopo qualche minuto arrivarono su Allèe du Canal, trovarono una panchina e si sedettero. Di fronte a loro scorreva il Canal de l’Ourcq quasi ghiacciato, e Joyce avvertiva il freddo della pietra attraverso i vestiti.
“Comincia pure” le disse sperando che le spiegazioni si sarebbero esaurite prima che lui diventasse un ghiacciolo, si sfregò le mani sulle braccia coperte dal pesante cappotto.
“Aspetta, vedo che hai freddo.”
Disse lei in tono preoccupato. La sentì pronunciare qualche parola sconosciuta e dopo poco un piacevole tepore lo avvolse.
“Grazie, ne avevo proprio bisogno” disse sorridendole, d’altronde non era la cosa più strana a cui aveva assistito in vita sua, e il fatto che fosse una strega spiegava molte cose.
La Setta dava la caccia alle streghe malvagie, ma ne aveva tra i Guardiani alcune che chiamavano streghe bianche e utilizzavano i loro poteri per catturare creature che un normale umano non avrebbe neanche potuto avvicinare. Di sicuro però, nessuna di loro aveva come famigli creature demoniache invisibili.
“Meglio cominciare dall’inizio” disse lei “discendo da una famiglia che ha sempre praticato la magia nera”
Joyce si mosse innervosito sulla panchina, questo si che era un problema, si era legato ad una strega malvagia. Ma come poteva una creatura tanto dolce e timida essere il male?
“Non trarre conclusioni affrettate, è vero che pratico la magia nera, ma non ho mai fatto del male a nessuno, anzi ….. sono stata cresciuta dalla Chiesa delle Tre Croci con la convinzione di avere nelle vene sangue blasfemo e passando la mia vita, dall’età di cinque anni, a cercare di redimermi.”
Il tono della sua voce ora era distaccato e lo sguardo vitreo, come se si fosse immersa nel passato
“Ho passato anni a pregare Dio e a punirmi per il mio sangue, aiutando quello che una volta chiamavo Padre a contenere bestie immonde, rischiando la mia vita. Ero convinta che se anche fossi morta, lo avrei fatto per una buona causa e sarei stata redenta.”
Joyce aggrottò le sopracciglia, ma non intervenne.
“Mi hanno usata dicendomi bugie e falsità. Ho passato quindici anni della mia vita nell’orrore, con incubi che mi tenevano sveglia ogni notte”
In Joyce crebbe l’impulso di consolarla e istintivamente le mise una mano sulla spalla, la vide trasalire.
“E’ passato, ora sono libera. Posso scegliere come usare i miei poteri, è questo che sto cercando di dirti. Certo potrei scegliere di usarli per fare del male, ma non l’ho mai fatto. Nonostante io sappia che mi hanno usata e mi hanno riempito di bugie, per una cosa gli sono grata. Mi hanno insegnato che non esiste solo la malvagità e che fare del male è sbagliato.” Sorrise mestamente. “immagino che avrebbero potuto farlo in maniera migliore, ma sono fanatici religiosi, e io per loro rappresento l’incarnazione di Satana.”
Aveva un sorriso così dolce e imbarazzato che Joyce decise che l’avrebbe protetta per sempre, e avrebbe strappato gli organi a chi le aveva fatto del male.
“So perfettamente di avere sangue malvagio dentro di me” continuò con voce più ferma “ma combatto ogni giorno la mia natura.”
“Non credo proprio che ci sia del sangue malvagio in te” le disse sorridendo dolcemente “da quello che ho imparato finora la magia è uno strumento, chi lo utilizza decide se fare del bene o del male. Tu hai solo sangue magico dentro di te, starà poi nelle tue azioni la distinzione se usarlo per fini buoni o cattivi”
La vide rimuginare sopra quelle parole, avrebbe voluto dirgli altro per rassicurarla, ma era sicuro che doveva partire da lei il perdono per se stessa.
“Ad ogni modo, la Chiesa delle Tre Croci, dal 1700 circa ad oggi, ha come unico scopo quello di combattere il maligno. All’inizio le intenzioni ed i mezzi erano buoni, poi sono stati corrotti. Quello che fa il mio ex tutore è sbagliato. Invece di uccidere gli abomini, li sottomette per prenderne il potere e lo faceva tramite me.”
Sollevò lo sguardo verso di lui, e poté vederci rabbia e vergogna.
“Io voglio fermarlo, so che non tutta l’organizzazione è malvagia, ho raccolto parecchie informazioni negli ultimi due mesi. So dove colpire, ma non posso farlo da sola.”
Joyce annuì.
“Sono d’accordo con te, vanno fermati. Ti aiuterò, però prima devo trovare una mia amica.”
Bree fissò prima il gatto demoniaco e poi lui, sicuramente si erano scambiate delle informazioni.
“A Vienna c’è una sede dell’organizzazione, Ziak dice che la tua amica è tenuta prigioniera lì. Che tipo di creatura è lei?”
Joyce scosse la testa.
“Nessun tipo di creatura, è una guerriera come me. Infatti non capisco per quale motivo l’abbiano catturata.”
Vide che Bree si faceva pensierosa.
“Sei sicuro che non sia una creatura particolare, magari non ne sei a conoscenza.”
Joyce per poco non si mise a ridere, Neelam una creatura non umana. Impossibile, la conosceva da quando erano piccoli.
“Siamo cresciuti insieme, lei è più piccola di me di quattro anni.”
“Conosci i suoi genitori?”
Joyce ci pensò su, no non li conosceva, in effetti non sapeva nulla dei genitori di Neelam. Scosse la testa.
“No, ma è umana. Ne sono sicuro”
Bree scosse le spalle.
“Va bene, allora l’avranno presa per sbaglio. Come vuoi procedere?”
“Torno a Vienna a liberarla.” Ci pensò su. “Vieni con me, così intanto potremo preparare un piano per risolvere il tuo problema.”
La vide voltarsi verso la creatura che aveva chiamato Ziak e annuire piano.
“Ok, però prima devo risolvere alcune cose. Ci vediamo domani mattina al tuo albergo.”
“Sai dove sto?”
Bree annuì.
“Allora a domani, lascia che ti accompagni fino alla strada e ti cerchi un taxi” le disse solerte.
“Non ce n’è bisogno, ho i miei mezzi” gli sorrise imbarazzata e si avviò verso il centro del parco lungo il canale.
Joyce la seguì con lo sguardo fino a quando non voltò dietro alcuni alberi. Tornò lentamente sui suoi passi, era il momento di andare in albergo, avrebbe potuto riposare qualche ora prima di tornare a Vienna.

Avete già letto di Bree e della Chiesa delle Tre Croci.
Per coloro che si sono persi i capitoli, eccovi i link diretti:
La Chiesa delle Tre Croci – Parte I
La Chiesa delle Tre Croci – Parte II

(439)

Alleanza Inaspettata parte II
Il Parco dei Mostri
The following two tabs change content below.
avatar
Oceanografa a tempo perso, grande lettrice che non disdegna dai classici agli ingredienti dei succhi di frutta. Nutre una grande passione per il Fantasy e in questo periodo, in particolare per il Weird. Avendo personalità multiple adora i GDR e sopratutto i GRV. Ha pubblicato il suo primo romanzo nel 2008, ma è ancora in cerca di un editore che la sopporti.
avatar

Ultimi post di RossellaS (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Cookies permettono alle Lande Incantate di riconoscerti la prossima volta che tornerai a farci visita. Navigando sulle nostre pagine ci autorizzi a farne uso per rendere la tua esperienza migliore. Maggiori informazioni | Chiudi