Eragon e Arya

Premessa

Io, nei libri, sono sempre innamorata di qualche personaggio e di riflesso di qualche coppia. Gli intrighi amorosi sono per me, e credo per ogni donzella, un po’ come il pane e nutella: non te ne stanchi mai. Mi piace leggere delle emozioni, tuttavia tutte le storie legate alle coppie di cui vi scriverò hanno una trama articolata e ben delineata, la storia d’amore c’è ma non ne fa da padrona. Sono molto zuccherosa, ma non si possono leggere 500 pagine di amori contrastati: si deve leggere anche di molto altro. Quindi state certi che tutti i libri da cui traggo le coppie sono interessanti e non si riducono al mero cercarsi di due personaggi, di solito la storia d’amore è lo sfondo si una trama molto più complessa. Precisazione: quando racconterò di una coppia farò inevitabilmente piccoli salti nella storia e quindi delle anticipazioni implicite.
Scheda dei libri inerenti alla coppia ‘Eragon e Arya’.
Titolo: Ciclo dell’eredità
Autore: Christopher Paolini
Genere: High Fantasy
Numero libri: 4, pubblicati in Italia 4

Trama: Eragon trova una liscia pietra blu nella foresta, è convinto che gli sia toccata una grande fortuna: potrà venderla e nutrire la sua famiglia per tutto l’inverno. Ma la pietra in realtà è un uovo. Quando si schiude rivelando il suo straordinario contenuto, un cucciolo di drago, Eragon scopre che gli è toccato in sorte un’eredità antica come l’Impero. Forte di una spada magica e dei consigli di un vecchio cantastorie, dovrà cavarsela in un universo denso di magia, mistero e insidie, imparare a distinguere l’amico dal nemico, dimostrare di essere il degno erede dei Cavalieri dei Draghi.
Eragon e Arya  - Il ciclo dell'eredità - Lande Incantate

La coppia. Ebbene oggi vi descriverò una delle coppie che mi ha causato più carenze di zucchero da quando io mi ricordi, per giorni dopo la fine del’ultimo libro sono stata a mangiare solo, e sottolineo solo, cioccolata a pranzo e a cena. La coppia, o per meglio dire, la non coppia è quella di Eragon e Arya del ciclo dell’eredità.
Per iniziare vorrei sottolineare l’insufficienza di glucosio che mi ha causato il continuo peregrinare del nostro eroe all’inseguimento dell’elfa più insensibile e aliena dell’intero suo popolo. Sì, lo so che stiamo parlando del popolo elfico che è distante e diverso dall’essere umano, ma Arya non fa altro che mostrarsi scostante, superba, anche un po’ acida nei confronti del nostro cavaliere di draghi e lui, per tutta risposta, cosa fa??? Invece, di cacciare un po’ di orgoglio e testardaggine, tratti che lo caratterizzano in altre parti del romanzo, sembra un cagnolino bastonato, sempre costantemente nell’ombra di quest’amore impossibile. Eragon è goffo, impaurito, perdente nel momento stesso in cui posa gli occhi sulla nostra robotica Arya. Attenzione non sto affermando che debba essere una storia d’amore per forza corrisposta, in realtà all’inizia la scelta dell’autore di mostrare un rapporto fortemente sbilanciato è giustificata: un ragazzino e un elfa millenaria cosa mai li può accomunare? Sto criticando, invece, la mancanza di sviluppi nel rapporto amoroso, è una situazione statica, immutata. Insomma nei libri assistiamo a tutto ciò che egli sopporta, il sacrificio che sceglie di affrontare, si sottolinea come Eragon matura nelle sue diverse sfaccettature e quali sono gli sviluppi del protagonista che si hanno con Arya? Ve lo dico io nessuno! Purtroppo nelle iterazioni dei due non percepisco romanticismo, tenerezza, delicati equivoci di un amore giovanile, ma solo una serie di scene consequenziali che sarebbero potute accadere tutto nelle stesse giorno.
Ad onor del vero devo dire che nell’ultima parte c’è un cambio repentino di atteggiamento di Arya, ma avviene così dal nulla, le sue motivazioni non reggono, sono spuntate di punto in bianco ed era meglio arrivati alla fine lasciare tutto piatto come era stato. Sono spiacente di dire che questa coppia non convince, non strappa emozioni al lettore lo fa solo infuriare perché sta leggendo un percorso di due amanti innaturale.

Cosa dei libri in generale? Eragon, e di tutto il ciclo dell’eredità, se ne è ampiamente discusso, io sono un po’ cresciuta con questa saga e ne parlo con l’affetto che prova una bimba verso il suo orsacchiotto preferito e di questo libro, come del peluche ormai invecchiato, non posso non notare i difetti, ma rimane comunque il sapore dolce dei ricordi.

(2115)

Arwen e Aragorn
Cat e Angel
The following two tabs change content below.
avatar

Lissa

secondo nome Stachanov, non riesce a stare con le mani in mano, ogni minuto in cui non si è impegnati in qualche attività è un minuto perso! Le piace dialogare con le persone e cerca di avere pochi pregiudizi, non sempre le riesce… soprattutto quando le demoliscono i suoi libri fantasy preferiti. Passione e hobby unico lettura di libri, ovviamente, fantasy, ha provato anche altri generi con scarso risultato, sempre alla ricerca di qualche nuova bella saga da scoprire, insomma, leggere è l’unica cosa che non si stancherebbe mai di fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Cookies permettono alle Lande Incantate di riconoscerti la prossima volta che tornerai a farci visita. Navigando sulle nostre pagine ci autorizzi a farne uso per rendere la tua esperienza migliore. Maggiori informazioni | Chiudi